Terra di nessuno; 5 – Mr. Tomb

Mr. Tomb era il notaio. L’unica cosa che faceva era seppellire i morti, praticamente, così altro non era che il superiore di Cassetta, in un certo senso: molto macabro, ma tant’è.

Lo sceriffo raggiunse il suo studio, cioè la stanza sotto il suo appartamento. Il fatto che Mr. Tomb avesse scelto proprio quel tugurio risaliva al giorno in cui arrivò in città: all’inizio era la sua casa, e lì ci dormiva, poi gli fecero notare che non si era mai visto nessuno, nel West, dormire al piano terra, a meno che non avesse la casa fuori città e questa non avesse che un piano. Così Mr. Tomb si trasferì di sopra, dove aveva alloggiato lo studio, e traslocò quest’ultimo di sotto: nel saloon risero per dei mesi sulla goffaggine di questo tizio, e alla fine dovettero ricredersi quando iniziò a far soldi, ovverosia ogni tre giorni, quando qualcuno moriva o per incidenti, o per scorribande. Gli affari erano un po’ calati da quando Pat Trigger era arrivato in città, e da quando aveva cominciato a proteggere la gente come una specie di paladino: Mr. Tomb lo odiava, ma siccome in paese tutti lo amavano -e tutti odiavano un po’ lui, antipatico e pieno di soldi grazie alle disgrazie altrui, in quanto unico abilitato a gestire eredità e cose varie- non poté dire nulla sulla sua morte, per un duello così volgare, da poveracci, ma da solo, nel buio della sua stanza, stappò il miglior whisky che aveva e brindò.

 

John Wood andò a trovarlo perché sapeva che doveva in ogni modo vedersela con lui per la sepoltura e tutto il resto. Entrò nell’ufficio seguito dall’avvocato.

-Salve, sceriffo- disse Mr. Tomb, genuflettendosi su ogni sillaba con la voce.

-Salve. Saprà per certo perché sono qui.

-È naturale, è per Pat Trigger. In paese non si parla d’altro. Vuole una sigaretta?

Lo sceriffo rifiutò con sgarbo, perché odiava i soldi di Mr. Tomb quasi più che Mr. Tomb stesso, poi disse:

-Lo seppellirete degnamente, vero?

Lo sceriffo considerava la domanda retorica e inutile, perché ignorava quanta antipatia scorresse nelle vene di Mr. Tomb per Trigger. Invero credeva che se la città sputava addosso a quell’uomo tutto il suo odio, egli doveva fare altrimenti. Ma una serpe resta una serpe, e Mr. Tomb covava in silenzio la sua vendetta. La prima crepa sull’uovo fu quando disse:

-Certamente.

Lo sceriffo sorrise leggermente rilassato, anche se rilassato non era mai, perché era come se l’anima del suo buon amico avesse trovato pace. Incredibile ma vero: Pat Trigger era l’unica persona con cui lo sceriffo si lasciasse andare al riso e allo scherzo. Quando Pat lo raccontava non ci credeva nessuno.

-Aiuterò anche Lucinda. Non so se sa, ma io sono un intimo amico di Mr. Money, e quando succedono queste cose diventiamo in un certo senso… soci… e lei saprà che Pat aveva un fondo in banca, tanti, tanti dollari, e che ora non sono di nessuno… a qualcuno andranno, a qualcuno dovranno andare, e certamente faremo in modo che vadano alla signorina Ley. Non è legalmente la sua donna, ma chissà…

Lo sceriffo lo guardò torvo, poi disse:

-Va bene.

ma in realtà disse:

-Appena trovi un culo per aria cominci a leccarlo.

E se ne andò dicendo all’avvocato che era meglio andarci a bere un po’ su.

 

Mr. Tomb, appena John Wood e l’avvocato uscirono, spaccò una bottiglia contro il muro per sfogare la rabbia; poi prese il soprabito e uscì. Raggiunse di fretta e di furia la banca, dall’altro lato della strada, ed entrò.

Mr. Money era dietro il vetro, a contare dei soldi.

-Salve, Mr. Money.

-Saluto, Mr. Tomb.

-Di chi sono quei soldi?

-Lo sai perfettamente.

-Pat Trigger?

-Esattamente.

-Ah. Strategia Gratt?

-Ovvio.

E Mr. Tomb tornò a brindare nella sua stanza ridendo come uno scemo.

Annunci
Terra di nessuno; 5 – Mr. Tomb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...